LEGGE DI BILANCIO 2021 . INSUFFICIENTI I FONDI PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI DEL PUBBLICO IMPIEGO: RETRIBUZIONE DEGLI INSEGNANTI PIU’ BASSA TRA I PAESI EUROPEI

Prendiamo atto ancora una volta, della insufficienza dei fondi appositamente dedicati per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego evincibile dall’articolo 163 della bozza della Legge di Bilancio 2021-così il Prof. Maurizio Danza Coordinatore Nazionale FSI USAE Scuola, secondo cui “Le risorse finanziarie cui all’articolo 1, comma 436, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, sono incrementate di 400 milioni di euro a decorrere dall’anno 2021.”

Ed infatti, prosegue- Danza- secondo una stima predisposta da ItaliaOggi riferita all’incremento del fondo per i rinnovi contrattuali dei dipendenti pubblici, risulta un incremento lordo, da cui occorre sottrarre le trattenute fiscali e contributive., per tutti i 3.342.816 dipendenti pubblici,  oscillante tra i  40 e i 50 euro al netto.

Per gli insegnanti l’aumento dello stipendio , secondo nostri calcoli, risulta  addirittura inferiore rispetto alla media ; ancora una volta-conclude il Coordinatore Nazionale-vengono deluse le aspettative di una categoria, che benchè impegnata, con tante difficoltà  e rischi derivanti dalla emergenza epidemiologica, percepisce la retribuzione più bassa di tutti gli insegnanti dei paesi europei.

Ufficio stampa FSI Usae Scuola