RICORSO AL TAR SPECIALIZZATI SOSTEGNO IN ROMANIA AVVERSO SILENZIO INADEMPIMENTO MIUR SULLE RICHIESTE DI EQUIVALENZA DEL SOSTEGNO: PROROGA ADESIONI AL 2 NOVEMBRE

Lo Studio Legale Danza ,si occupa da anni, di controversie di Diritto Scolastico finalizzate alla tutela del personale della scuola. Da tempo si occupa della tutela degli abilitati e degli specializzati sul sostegno in Romania ; è ben nota la organizzazione del Convegno del 1 febbraio 2019 dal titolo” La tutela del diritto al lavoro e all’insegnamento degli abilitati all’estero secondo la Direttiva europea n.36/2005 e il D.lgs. n.206/20017 attuativo”, presso la Camera dei deputati.

Come è noto il MIUR, facendo riferimento all’avviso n. 5636/2019 del 2.4.2019 non riconosce i titoli di specializzazione sul sostegno, conseguiti dai cittadini Italiani in Romania, poiché non soddisferebbero i requisiti giuridici per il riconoscimento della qualifica professionale di docente ai sensi della Direttiva 2005/36/CE e successive modifiche.

OBIETTIVI DEL RICORSO

1) Con il ricorso giurisdizionale collettivo innanzi al TAR Lazio si intende ottenere, l’impugnazione del silenzio- inadempimento del MIUR consolidatosi con riferimento alle istanze di equivalenza presentate al MIUR del percorso in palese violazione della DIR.UE n.36/2005 e del D.lgs.n.206/2007.

Lo studio ha ottenuto recentemente due importanti sentenze innanzi al Consiglio di Stato sez.VI ( n°4825/2020 e 1575/2020) che nell’ annullare i decreti di rigetto relativi alla abilitazione e alla  nota MIUR °5636/2019 atto presupposto che fa riferimento esplicito anche alle specializzazioni sul sostegno, applica i principi espressi dalla Corte di Giustizia Europea nella nota sentenza “ Morgenbesser” del 13 novembre 2003 C-313/2001 (cfr. anche sentenza CGE 15 ottobre 1987 causa n 222/86 Heylens ) a qualsiasi titolo di formazione rilasciato secondo la Direttiva Europea n°36/2005.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL FOGLIO ISTRUZIONI DELLA INIZIATIVA LEGALE