RICORSO AL TAR ABILITATI IN ROMANIA AVVERSO NOTA MIUR N. 5636/2019 DEL 2.4.2019 SIA CON TFA CHE SOSTEGNO .

Lo Studio Legale Danza si occupa da anni, di controversie di Diritto Scolastico finalizzate alla tutela del personale della scuola. Da tempo si occupa della tutela degli abilitati/specializzati sul sostegno in Romania; ha organizzato il Convegno del 1 febbraio 2019 dal titolo” La tutela del diritto al lavoro e all’insegnamento degli abilitati all’estero secondo la Direttiva europea n.36/2005 e il D.lgs. n.206/20017 attuativo”, presso la Camera dei deputati, i cui resoconti video sono consultabili sul sito www.fsiscuola.it.

Come è noto il MIUR a seguito della Nota N. 5636/2019 pubblicata in data 2.4.2019 disconosce i titoli denominati “Programului de studi psihopedagogice, Nivelul I e Nivelul II”, conseguiti dai cittadini Italiani in Romania, poiché a Suo dire, non soddisferebbero i requisiti  per il riconoscimento della qualifica professionale di docente ai sensi della Direttiva 2005/36/CE e successive modifiche.

L’iniziativa consiste in due distinti ricorsi a cui potrà aderire chi soddisfa i requisiti previsti ( abilitazione TFA e/ o specializzazione su sostegno).

OBIETTIVI DEI RICORSI

1) IMPUGNAZIONE AVVISO COLLETTIVO MIUR N. 5636/2019 DEL 2.4.2019

Con il ricorso giurisdizionale collettivo da presentare innanzi al TAR Lazio si intende ottenere, in primo luogo l’impugnazione della Nota MIUR n. 5636/2019 del 2.4.2019, nella parte in cui il MIUR nel rigettare collettivamente tutte le istanze di riconoscimento delle abilitazioni TFA e della specializzazione sul sostegno conseguite dai docenti in Romania, non ha proceduto illegittimamente ad alcuna valutazione individuale, nè autonoma dell’equivalenza dei percorsi di studio, in palese violazione della Dir.UE n.36/2005 e del D.lgs.n.206/2007 e dei principi espressi dalla Corte di Giustizia Europea nella nota sentenza “ Morgenbesser” del 13 novembre 2003 C-313/2001 (cfr. anche sentenza CGE 15 ottobre 1987 causa n 222/86 Heylens e a ; 7 maggio 1991 C-340/89 Vlassopoulou ; 7 maggio 1992 C -104/91 Aguirre Borrell.), causando un grave pregiudizio a danno dei docenti .

2) IMPUGNAZIONE AVVISO DI RIGETTO INDIVIDUALE DEL MIUR (EVENTUALE)

Con il ricorso giurisdizionale si impugna innanzi al TAR Lazio, anche l’eventuale avviso/ comunicazione individuale di rigetto della istanza di riconoscimento della propria abilitazione o specializzazione sul sostegno per le relative classi di concorso ( ADMM O ADSS). In tal caso chi ha ricevuto il decreto, dovrà allegare anche tale documento. Resta inteso che anche chi non lo avesse ricevuto potrà partecipare al ricorso collettivo ( o ai ricorsi collettivi TFA+Sostegno) avverso l’avviso collettivo MIUR n. 5636/2019 del 2.4.2019.

3) IMPUGNAZIONE DECRETO DI DEPENNAMENTO  USR DALLE GRADUATORIE DI MERITO (GM) PER CLASSI DI CONCORSO E SOSTEGNO DI CUI AL CONCORSO DOCENTI D.D.G. N.85/ 2018–FIT ( EVENTUALE).

Con il ricorso si intende altresì tutelare anche chi ha ricevuto decreto di depennamento dalle Graduatoria di Merito , relative alle classi di concorso in cui risulta inserito, e del sostegno ( classi ADMM O ADSS) in riferimento al concorso docenti indetto con DDG n.85/ 2018-FIT.

Ciò, alfine di ottenere, in tal caso una pronuncia di ammissione con riserva dei docenti che hanno partecipato e superato la prova orale, relativa al concorso, in attesa dell’equipollenza del titolo. In tal caso gli interessati dovranno allegare anche il decreto di depennamento ricevuto.

TERMINI DI ADESIONE AL RICORSO : 13 MAGGIO 2019

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA DOVRÀ PERVENIRE PER ENTRAMBI I RICORSI TASSATIVAMENTE ENTRO E NON OLTRE IL 13 MAGGIO 2019.

PER ADERIRE AI RICORSI CLICCA SOPRA I SOTTOSTANTI LINK NELLE CUI PAGINE E’ POSSIBILE SCARICARE LA DOCUMENTAZIONE

RICORSO AL TAR RICONOSCIMENTO ABILITAZIONE TFA

RICORSO AL TAR RICONOSCIMENTO SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO

Ricorso TAR ddg.n. 73/2019