Il Tribunale del lavoro di Roma con sentenza 6 febbraio 2019,condanna il MIUR a riconoscere il preruolo e a ricostruire la carriera di docenti ed ata.

Di particolare interesse la sentenza n.1139 del 6 febbraio 2019 con cui il Tribunale del Lavoro di Roma nella persona del Dott. Cottatellucci ha riconosciuto il diritto dei ricorrenti, docenti ed ATA,  difesi dall’Avv. Maurizio Danza del Foro di Roma, nella iniziativa promossa da ACA-Usae finalizzata al riconoscimento integrale dell’anzianità maturata nel periodo preruolo, nonché alla conseguente ricostruzione di carriera e alla corresponsione delle differenze retributive conseguenti alla ricostruzione medesima. La difesa, aveva posto a fondamento delle richieste, l’applicazione della clausola n. 4, punto 1 dell’accordo quadro europeo attuativo della direttiva 1999/70/CE sul lavoro a tempo determinato che prevede il divieto del trattamento meno favorevole per i lavoratori con contratto a tempo determinato, chiedendo la disapplicazione dell’art.485 del T.U.n.297/94  ( per i docenti ) e dell’ art. 569 del d.lgs. 297/1994 ( per il personale ATA), nella parte in cui non riconoscono l’intero servizio preruolo ai fini della ricostruzione di carriera ; a fronte della eccezione del MIUR secondo cui la direttiva n° 1999/70/CE sarebbe stata inapplicabile, non esistendo nel nostro ordinamento una norma di diritto positivo, la difesa dei ricorrenti aveva argomentato che tale clausola è” self executing”, e dunque sufficientemente precisa da poter essere invocata nei confronti dello Stato da dipendenti pubblici temporanei dinanzi ad un giudice nazionale perché sia loro riconosciuto il beneficio delle indennità per anzianità di servizio . Tale principio era peraltro già stato ribadito dalla nota pronuncia della Corte Europea ( sentenza “Gavieiro Gavieiro” del 22 dicembre 2010 -proc. n. C-444/09 e C-456-09), e ribadito da successive sentenze. Per tali motivi il Giudice del Lavoro di Roma”… in accoglimento del ricorso dichiara accertato il diritto dei ricorrenti e il riconoscimento integrale dell’anzianità maturata nel periodo preruolo svolto per l’amministrazione resistente con contratti a tempo determinato, ordinando all’amministrazione resistente di effettuare la conseguente ricostruzione di carriera ed il pagamento in favore degli stessi delle differenze retributive conseguenti alla ricostruzione di carriera .

UFFICIO STAMPA FSI USAE SCUOLA