DIPLOMATI MAGISTRALI :IL CONSIGLIO DI STATO CON ORDINANZA 12 NOVEMBRE “RIMEDITA” E SOSPENDE LA SENTENZA N.11 DEL DICEMBRE 2017

Appare di rilevante interesse per gli oltre 50 mila diplomati magistrali estromessi dalle GAE, nonché per molti ricorrenti che hanno partecipato al ricorso di FSIUSAE Scuola, patrocinato dall’Avv. Maurizio Danza, l’ordinanza cautelare del 12 novembre 2018, con la quale la VI Sez. del Consiglio di Stato nel sospendere l’applicazione della nota sentenza n. 11 del dicembre del 2017, ha ravvisato “l’esigenza di una rimeditazione” riaprendo così, le speranze dei diplomati magistrali.

A tal proposito, lo stesso Consiglio di Stato aveva stabilito che “ il diploma magistrale non consente l’ingresso nelle Graduatorie ad Esaurimento  e che, di conseguenza, i diplomati magistrali possono insegnare, ma non hanno diritto ad essere assunti” . Su tale spinoso problema -come è noto-, era intervenuto il Governo che, per rispettare la sentenza aveva attribuito nell’attesa di una sanatoria, a chi avrebbe dovuto essere oggetto di risoluzione del rapporto di lavoro dei contratti a tempo determinato,  un contratto con caratteristiche transitorie.

La Federazione Scuola sta seguendo gli ulteriori sviluppi del contenzioso che si chiarirà probabilmente nella primavera del 2019, anche al fine di riattivare il procedimento giudiziario instaurato nei confronti del MIUR da numerosi diplomati magistrali, ed attualmente pendente innanzi al TAR Lazio sez.III bis.

UFFICIO STAMPA FSI USAE SCUOLA