I docenti abilitati all’estero esclusi illegittimamente dal bando di concorso riservato al personale docente per la scuola secondaria presentano domanda e ricorrono al TAR Lazio.

Tantissimi i docenti abilitati in Romania, che hanno presentato in forme diverse da quella on line, la domanda per il concorso riservato al personale docente in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria, partecipazione illegittimamente impedita dal MIUR. I docenti abilitati in Romania per le varie classi di concorso, dopo il 31 maggio 2017 hanno già conferito mandato all’Avv. Maurizio Danza del Foro di Roma per ricorrere al TAR Lazio avverso il bando di concorso del MIUR previsto dall’art. 17, co.2 lett. b del decreto legislativo 59/2017, ai fini della ammissione alle prove orali previste dal bando di concorso di cui al D.D.G.n.85 del 1 febbraio 2018.

Oltre trecento le domande già presentate dal referente Europeo di FSI-USAE Scuola per la Romania, finalizzate ad ottenere il riconoscimento della abilitazione all’estero dal MIUR che si ostina a non sciogliere la riserva sulle domande presentate dagli abilitati in Romania, in palese violazione della Direttiva europea 36/2005/CE.

Sul sito www.avvocatomauriziodanza.com è possibile seguire le iniziative legali messe a punto per gli abilitati all’estero.

UFFICIO STAMPA FSI –USAE SCUOLA