FSI – USAE SCUOLA 20 NOVEMBRE 2017.CHIARIMENTI IN MERITO ALLA POSSIBILITA’DI RICORRERE IN SEDE GIUDIZIARIA PER IL RICONOSCIMENTO DELLE ABILITAZIONI CONSEGUITE IN ROMANIA SULLA BASE DELLA DIRETTIVA 2013/55/CE.

Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni in merito agli strumenti più opportuni finalizzati alla tutela del diritto all’insegnamento di numerosi docenti che hanno presentato domanda al MIUR ( mod.A + allegati), per il riconoscimento del titolo rilasciato in Romania, secondo la Direttiva 2013/55/CE ( di modifica della Direttiva 2005/36/CE), e conseguente esercizio della professione docente.

La maggior parte delle segnalazioni, riguardano docenti che hanno ricevuto  una comunicazione dal MIUR con la quale non viene concluso il procedimento amministrativo di riconoscimento, in attesa della richiesta regolarizzazione della attestazione da parte della competente autorità Romena sul valore legale della formazione posseduta ai sensi della direttiva comunitaria 2005/36/CE.

A tal proposito ci siamo rivolti all’Avv. Maurizio Danza del Foro di Roma, che ci ha prospettato tre diversi casi da sottoporre all’autorità giudiziaria alfine della tutela dei diritti soggettivi degli interessati :

1)Docenti che hanno presentato domanda al MIUR ( mod. A + allegati), per il riconoscimento del titolo rilasciato in paese membro UE secondo la Direttiva 2013/55/CE :

In tali casi, appare opportuno attendere quanto meno, la notifica/conoscenza della lettera di risposta del Ministero dell’Educazione Romeno alla richiesta del docente inoltrata alfine di chiedere allo stesso di adeguarsi alle richieste del MIUR in merito al contenuto della certificazione ( “Adeverinta”) con esplicito riferimento alla Direttiva comunitaria ; diversamente, in relazione a tale caso, ed in presenza di un procedimento amministrativo sospeso per la regolarizzazione della istanza presentata al MIUR, appare difficile rinvenire il c.d. silenzio-rigetto presupposto indispensabile ai fini del ricorso giurisdizionale.

2) Docenti che intendono partecipare a bandi di concorso riservato ai docenti abilitati delle scuole secondarie superiori in attuazione del D.Lgs.n.59 del 13 aprile 2017 ( anticipato da fonti ufficiali del MIUR e da organi di stampa) :

In tali casi il legale ritiene indispensabile che il docente presenti la domanda di partecipazione al bando di concorso quando verrà pubblicato : solo avverso l’eventuale esclusione della domanda, si potrà presentare ricorso al competente giudice amministrativo.

3)Docenti già inseriti in terza fascia delle graduatorie ad esaurimento ( c.d.GAE), solo con diploma di laurea ( non abilitati) .

Chi intende rivendicare il riconoscimento dell’abilitazione conseguita all’estero ai fini dell’inserimento nella II° fascia GAE ( per gli abilitati) , può presentare un ricorso di urgenza finalizzato all’inserimento nelle graduatorie di seconda fascia.

UFFICIO STAMPA FSI SCUOLA-USAE